Pornografia, un fenomeno che ormai è entrata in ogni casa. Perché parlarne?

La visualizzazione dei siti pornografici è diventato sempre più diffuso tra i giovanissimi, con il rischio di acquisire informazioni inappropriate per l’età, completamente decontestualizzate e quindi diseducative, in cui vengono esaltati gli aspetti fisici, estetici e prestazionali, a discapito di quelli emotivi legati alla sfera affettiva. La sessualità molto spesso viene appresa e vissuta dai minori all’interno della rete, senza pensare alle conseguenze e senza avere la minima consapevolezza dei possibili rischi e pericoli a cui vanno incontro.

Da uno studio in inglese molto interessante e approfondito realizzato dall’Office of the Children’s Commissioner for England, della National Society for the Prevention of Cruelty to Children (NSPCC ) e della Middlesex University ha messo in luce come il 53% del campione era stato esposto a contenuti pornografici sulla rete, il 28% a soli 11 anni e nel 60% dei casi la prima volta era avvenuta all’interno delle mura di casa.
Inoltre, il 28% afferma di aver cliccato, all’inizio, su questi siti casualmente, mentre il 19% dichiara di averli cercati in modo consapevole.
Qui puoi trovare il report redatto.
Questo report accurato I wasn’t sure it was normal to watch it, realizzato dall’Office of the Children’s Commissioner for England, della National Society for the Prevention of Cruelty to Children cerca di comprendere ed evidenziare l’impatto della pornografia online sui ragazzi, attraverso un sondaggio che ha coinvolto circa 1000 preadolescenti e adolescenti, di età compresa tra gli 11 e i 16 anni.

Genitori e Privacy

Una Guida per diventare un genitore Digitale

Inserisci la tua Email preferita e ricevi subito la Guida gratuita:

Leggi maggiori dettagli sulla mia informativa sulla Privacy
Leggi maggiori dettagli sulla (Cookie Policy)

Qual’è l’impatto e le possibili conseguenze di fronte a questa tipologia di materiale?

Anche se alcuni tentano di minimizzare l’argomento, come d’altra parte accade con tutti quegli argomenti che riguardano il sesso’ o che spaventano, la questione è preoccupante in quanto …

Il problema principale è la facilità di accedere ad ogni tipo di contenuto pornografico per cui un bambino di appena 9/11 anni che ha già uno smartphone tra le mani, è in grado di arrivarci forse per caso ma poi potrebbe ritornarci prima incuriosito poi stuzzicato. 
Dal momento in cui quelle immagini cominceranno a scorrere sul display del suo smartphone rimarranno indelebili nella sua mente e gli effetti possono essere devastanti sotto tanti aspetti sopratutto emotivi.

Coloro che risultano più esposti a pericoli sono gli introversi e i più sensibili, che troppo spesso sperimentano difficoltà nella sfera sessuale, come ansia da prestazione, impotenza, insicurezza e vergogna legate alla percezione di se stessi e alla non accettazione del proprio corpo, interferendo pesantemente anche sul concetto di intimità.

Le statistiche sulle reazioni sia delle ragazzine che dei ragazzini fanno paura:

“Sicuramente le ragazze apprezzano di meno e sperimentano più emozioni negative rispetto ai coetanei maschi. Il 53% dei ragazzi considera i video porno visualizzati come piuttosto realistici, contro il 39% delle femmine. 
Inoltre, molte ragazze esprimono la loro preoccupazione circa l’approccio, gli atteggiamenti e l’eventuale pressione che potrebbero ricevere dai coetanei maschi relativi alla sfera sessuale. 
Infatti, la tendenza dei maschi a voler mettere in pratica alcuni dei comportamenti sessuali appresi durante la visione dei video porno, aumenta con il crescere dell’età: a 11-12 anni solo il 21%, a 13-14 anni il 39% fino ad arrivare al 42% quando hanno 15-16 anni.”
(fonte: AdoleScienza.it)


Questo articolo deve e vuole essere uno spunto di profonda riflessione per te genitore. Fermati un’attimo e comincia a pensare a quali compagnie frequenta tuo figlio, cosa guardano quando sono insieme, cosa condividono. Da quanto tempo non visioni i contenuti del cellulare di tuoi figlio?
O da quanto tempo non parli con lui/lei sull’argomento sesso, compagnie ecc..
In un mondo in cui la tecnologia sta influenzando sempre più profondamente le nostre vite è fondamentale accompagnare i tuoi ragazzi durante il loro percorso di crescita, di educazione e all’affettività, unito ad un uso sano e consapevole dei media digitali e di Internet.
L’educazione digitale o Alfabetizzazione è l’unica soluzione per vivere l’innovazione tecnologica come un complemento alle nostre attività quotidiane; deve essere percepito dai nostri figli come un ausilio e non come uno strumento di vita e compensatorio in cui rifugiarsi.
E’ certamente un compito arduo ma non impossibile da raggiungere se le tue abitudini da genitore sono sane al punto da influenzare le vite dei tuoi figli così come gli trasmetti emotività, sicurezza e capacità di affrontare problemi e stati d’ansia.
Concludo questo articolo lasciandovi con alcuni dati sulla pornografia:
  • OGNI SECONDO. . . circa 30.000 persone visitano siti porno.
  • OGNI MINUTO. . . gli utenti di Internet inviano più di 1,7 MILIONI di e-mail dai contenuti pornografici.
  • OGNI ORA. . . escono negli Stati Uniti all’incirca DUE video porno hard-core.
  • OGNI GIORNO. . . solo negli Stati Uniti vengono noleggiati in media più di DUE MILIONI di film porno.
  • OGNI MESE. . . negli Stati Uniti quasi 9 ragazzi su 10 e 3 ragazze su 10 guardano materiale pornografico.
  • OGNI ANNO. . . l’industria mondiale della pornografia ha un volume d’affari stimato in 100 MILIARDI di dollari.

Gratis 30 minuti di Coaching

Richiedi una sessione di coaching GRATUITA e personalizzata da remoto. Per te un ulteriore BONUS in regalo, scoprilo!

  • Ti aiuterò ad individuare le tue reali difficoltà con la tecnologia e a RISOLVERLE.
  • Risponderò ai tuoi dubbi fornendoti tutti gli strumenti necessari per la tua sicurezza on line.
  • Ti illustrerò il mio programma personalizzato per semplificarti la tecnologia e renderti autonomo.

avatar
500

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Avvisami dei
TI E' PIACIUTO L'ARTICOLO?
Acconsento che i miei dati (email, nome) vengano trattati da MailChimp ( Maggiori informazioni )
Unisciti alla mia community e ricevi regolarmente aggiornamenti gratuiti su questo argomento. E' disponibile subito un bonus e una guida gratuita per te!
Informativa. I tuoi dati non saranno ceduti o condivisi con altri. La tua email sarà utilizzata esclusivamente da me per inviarti eventuali aggiornamenti.